projects - Francesca Gernetti

Non prendere in prestito i progetti di qualcun altro. Sviluppa la tua personale filosofia e questa ti condurrà in posti unici.
Jim Rohn


# projects

Nel mio essere poliedrica e versatile, fotografare a progetto soddisfa la parte di me razionale, riflessiva, metodica e appaga la mia indole narrativa. Ma probabilmente, se non ci fosse l'altra me stessa, quella creativa, fantasiosa, istintiva, curiosa, le originali idee per quegli storyboard non sarebbero mai arrivate.

Ho imparato l'importanza del progettare fin dai miei primi audiovisivi in analogico, quando scattare in diapositiva durante un viaggio non concedeva ripensamenti o mancanze al momento del montaggio.
E ho esercitato la progettualità - insieme alla capacità di vedere reattivamente - con alcuni reportage di eventi, in cui la velocità dell'accadere davanti alla macchina fotografica (o di fianco o dietro) non giustificava lacune narrative nel resoconto per il committente.

Ma per quanto mi stimolino creativamente i progetti one shot, nei quali c'è solo un'occasione per scattare, apprezzo molto la possibilità di perfezionare l'idea nello sviluppo di un progetto strutturato, che consenta di stratificare le riprese.

> serious (?) plan

> light (!) photography

>>> VEDERE come può CAMBIARE la VITA COMUNE a Fotografia Europea

Powered by SmugMug Log In